Stampa
Visite: 612

Roma 22 maggio 2015

AI SEGRETARI di CGIL CISL UIL di ROMA

Loro indirizzi  

Oggetto. Adesione alla manifestazione del 23 maggio 2015

CALMA (Coordinamento Associazioni Lazio Mobilità Alternativa) aderisce e parteciperà alla manifestazione indetta da CGIL , CISL e UIL “Costruiamo la capitale dei diritti, del lavoro e della solidarietà” , perché in sintonia con le idee guida scritte nel documento programmatico. In particolare, condivide l’assenza di strategia sui temi del bilancio e della mobilità dell’Amministrazione comunale. Con la conseguenza, evidente nel caso della mobilità e della logistica, di una serie di interventi, slegati da una visione programmatica unitaria della città e dell’area vasta metropolitana che quand’anche non siano nocivi o inutili restano tuttavia inadeguati agli scopi pur indicati.

E il caso del Piano generale del Traffico urbano e della stesso schema di Piano regionale della mobilità, dei trasporti e della logistica che mancano di indicazioni riguardanti la gravissima situazione attuale, gli intereventi immediatamente possibili , quelli programmabili o riprogettabili, i finanziamenti occorrenti. Tanto che in vista del Giubileo si ripropone la scandalosa pratica dei poteri speciali e dell’emergenza traffico che a suo tempo ha prodotto solo qualche parcheggio, speculando su suolo e sottosuolo, con peggioramento della vita quotidiana degli abitanti. Calma capisce che il terribile problema del lavoro e della disoccupazione è prioritario, ma ritiene che miglior cosa sarebbe porre fine alle cosiddette grandi opere inutili dal punto di vista trasporti stico e fonte di malaffare(metro C; autostrada Pontina …) e formulare un piano di interventi immediati e di prospettiva che, secondo molte analisi, produrrebbero occupazione senza risultare distruttive vuoi di aree agricole o protette, vuoi di beni storici. Peraltro il debito pubblico resta l’argomento principe per forzare verso la riduzione degli interventi sociali e favorire la privatizzazione dei servizi, facendo così pagare a lavoratori e abitati incolpevoli due volte la corruzione e il clientelismo. A tal proposito CALMA sta lavorando per la preparazione di una iniziativa pubblica per il rispetto del Referendum del 2011 che vietò la possibilità di privatizzare i servizi del trasporto pubblico urbano le ferrovie regionali. Desideriamo pertanto di potervi incontrare, dopo il 23 maggio, per esaminare la disponibilità a costruirla insieme e, più i generale per contribuire ad aprire un dialogo tra lavoratori del settore e associazioni.

Cordialissimi saluti Vittorio Sartogo
Portavoce Calma www.calmamobilita.net
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Calma è una associazione di fatto senza statuto ,con un portavoce, che raccoglie le associazioni e gli studiosi che l’hanno voluta e via via tutti coloro che si presentano alle sue riunioni o partecipano agli incontri pubblici e chiedono di restare in contatto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa.